REGOLAMENTO  DI  ISTITUTO

Ecco alcune informazioni tratte dal Regolamento di Istituto a proposito di orari, uscite anticipate ed assemblee:  

ORARIO - RITARDI - USCITE ANTICIPATE - ASSENZE

L'entrata degli alunni e l'inizio delle lezioni sono fissati, al mattino, rispettivamente alle ore 7.55 e 8.00, al pomeriggio alle ore 14.20. Si raccomanda la puntualità e l'ordine.

RITARDI  Entro i cinque minuti dall'inizio delle lezioni (8.05 per l'orario antimeridiano e le ore 14.25 per l'orario pomeridiano), gli alunni possono essere ammessi alla lezione, a discrezione del docente in cattedra. Oltre tale termine gli alunni devono essere autorizzati, previa giustificazione, dal Dirigente Scolastico o dai suoi delegati. Per motivi imprevisti (ad esempio ritardi di mezzi pubblici) la giustificazione del ritardo sarà presentata il giorno successivo. E' autorizzato l'accesso alle lezioni dopo l'inizio della seconda ora di lezione solo in casi eccezionali e/o dietro presentazione di documentazione (ad esempio ticket o scontrino di analisi mediche); negli altri casi l'alunno non è ammesso nei locali dell'Istituto.

USCITE ANTICIPATE  Si rileva, anzitutto, che l'uscita anticipata deve rappresentare un'eccezione. La richiesta di autorizzazione per le uscite anticipate - motivate o documentate - deve essere presentata al Dirigente Scolastico o ai suoi delegati almeno il giorno precedente (tranne per i casi urgenti). In ogni caso gli alunni minorenni potranno uscire, fuori orario, solo se accompagnati da un genitore o da persona delegata per iscritto.

ASSENZE  Tutte le assenze devono essere giustificate dall'alunno al momento del rientro a scuola, presentando il libretto all'insegnante della 1° ora di lezione; l'obbligo vale anche per gli studenti maggiorenni. Gli alunni privi di giustificazione sono ammessi con riserva e devono presentarla il giorno successivo. Gli alunni privi di giustificazione da più di tre giorni non sono più ammessi alle lezioni sino a quando non presentano regolare giustificazione e  rimangono a scuola sotto la vigilanza del personale non docente.

In caso di astensione collettiva degli alunni dalle lezioni, l'assenza resta ingiustificata. Le famiglie dovranno, comunque, comunicare per iscritto di essere a conoscenza dell'astensione dell'alunno dalle lezioni.

La rilevazione di ritardi, assenze e uscite anticipate è affidata quotidianamente al docente della 1° ora, che compila il Registro di Classe. Il controllo e la comunicazione di frequenza irregolare alle famiglie sono affidati al coordinatore di classe.

 

MODALITA' DI ORDINAMENTO INTERNO

  I docenti devono sempre controllare le firme dei genitori per presa visione delle comunicazioni della Scuola trascritte sul diario scolastico, che, in quanto mezzo di comunicazione Scuola - Famiglia, deve essere mantenuto integro. " L'uscita dall'aula, durante le ore di lezione, può essere concessa solo in caso di necessità e sempre ad un solo alunno per volta. " Tra una lezione e l'altra, durante l'avvicendamento degli insegnanti, gli alunni sono tenuti a restare in classe e ad attendere in silenzio l'arrivo del docente. Gli alunni devono trascorrere l'intervallo fuori dalle aule. La sorveglianza è affidata ai docenti in servizio alla terza ora di lezione che precede l'intervallo. Gli alunni delle sedi staccate saranno accompagnati dalle aule alla palestra e viceversa dai docenti e/o, se necessario, dal personale ausiliario (comma 1 - art. 7 - D. P. R. 31/05/'74 n°420) "Alla fine delle lezioni, gli alunni devono lasciare l'aula ordinatamente e gli insegnanti dell'ultima ora di lezione li accompagnano fino all'ingresso. " Gli alunni possono ricevere telefonate presso la segreteria solo da parte dei genitori e per motivi validi ed assolutamente urgenti. È assolutamente vietato a tutti tenere telefoni cellulari accesi in classe. In caso di necessità i telefoni cellulari potranno essere presi in consegna dai docenti, che li affideranno al Preside per la riconsegna ai genitori degli alunni interessati. " E' vietato portare a scuola oggetti personali o somme in denaro di rilevante e riconoscibile valore venale e commerciale. In caso di inosservanza i proprietari degli oggetti si assumono ogni responsabilità e rischio. Nessun addebito potrà essere preteso né reclamato nei riguardi della scuola che non si assume alcuna responsabilità circa la custodia di tali oggetti, la loro eventuale manomissione, sottrazione o furto o smarrimento. " In caso di sciopero dei Docenti, gli alunni possono essere lasciati liberi in qualsiasi ora della giornata di sciopero, previo preavviso comunicato, secondo le modalità della normativa di legge, nei giorni precedenti e sottoscritto dai genitori per presa visione. È vietato fumare in tutti i locali della scuola. Le trasgressioni al divieto saranno sanzionate a norma di legge.

 

ASSEMBLEE DI CLASSE E DI ISTITUTO

  Le richieste dell'assemblea di classe, firmate dai docenti nella cui ora si svolge l'assemblea e dagli alunni rappresentanti di classe, devono essere presentate in Segreteria 3 giorni prima. Le assemblee di classe avranno durata massima di due ore. La Presidenza provvederà ad annotare sul registro di classe l'avvenuta concessione. Le assemblee di Istituto dovranno essere richieste dai rappresentanti di Istituto con almeno cinque giorni di anticipo e si svolgeranno in modo articolato e con flessibilità (ad es. in ore diverse per il biennio ed il triennio, oppure per sezioni, indirizzi, classi parallele...). La partecipazione degli alunni all'assemblea è facoltativa a livello individuale. L'alunno o gli alunni che non partecipano resteranno in classe per l'intera durata dell'assemblea con annotazione sul registro di classe e svolgeranno attività di recupero o approfondimento con i docenti. I docenti non impegnati in classe parteciperanno all'assemblea. Per il buon funzionamento della stessa gli alunni istituiranno un comitato d'ordine. Nel caso di abbinamento all'assemblea di altra attività formativa (es. spettacolo cinematografico), l'adesione dovrà esser data a classi intere con accordo unanime di tutti gli alunni. Le classi che non aderiscono svolgeranno lezioni regolari. " Le assemblee di Istituto devono essere programmate, seppure in modo flessibile, entro il 30 novembre, data entro la quale deve essere presentato calendario di massima, passibile di modifiche. " Si invitano alunni e docenti a gestire insieme almeno una parte delle assemblee di Istituto, organizzate con il contributo attivo dei docenti, su temi di interesse specifico per gli alunni. " Si raccomanda di osservare nelle richieste una rotazione dei giorni e delle materie, che di volta in volta interessano sia le Assemblee di Istituto che di classe. Le Assemblee disordinate o turbolente possono essere sospese in qualunque momento".

 

Si ricorda che, in base alla normativa vigente, è fatto assoluto divieto di fumare in tutti i locali dell'Istituto. Le eventuali infrazioni sono sanzionabili secondo quanto disposto dall'art. 4, commi a), b) e c) del Regolamento di Disciplina.

  

Se desideri informazioni più dettagliate sul Regolamento di Istituto consulta il P.O.F.

Estratto "Obblighi di Servizio del Personale Docente"