Cara collega, 
mi chiamo Dimma Molinari e sono docente presso il Liceo G. Galilei di Voghera, un istituto che come il tuo comprende scientifico, linguistico, classico, e quello delle scienze umane.
Ti scrivo per comunicarti che durante il nostro ultimo collegio docenti (12 u.s.), grazie anche alla vostra presa di posizione e a quella di alcune scuole di Pavia, abbiamo votato a grande maggioranza la sospensione delle visite d'istruzione.
Dal nostro provvedimento restano esclusi gli scambi, la cui progettazione era già stata avviata lo scorso a.s., e le uscite didattiche che non prevedano pernottamenti, affitto di autobus etc.
Speriamo che la ricaduta sia positiva già da quest'anno, perché non so se, nonostante tutto quello che stiamo soffrendo come singoli lavoratori e come comunità scolastica pubblica, i miei colleghi sposeranno ancora questa causa.


Purtroppo, ciò che ci manca è la visibilità. Io non sono RSU e non conosco giornalisti, mi sono limitata a dare comunicazione di questa decisione al sindacato sperando che loro si attivassero per raccogliere dati e informazioni e diffonderle nelle scuole.


Ciò che segue è quanto hanno risposto a un tipo di azione nuovo e importante:


"E’ una forma di protesta che viene condivisa da molte scuole secondarie della Provincia e che mi trova assolutamente concorde, anche se ovviamente deve essere associata alle altre forme di protesta (sciopero orario, blocco delle attività straordinarie) perché comporta il coinvolgimento solo del personale docente della scuola secondaria di secondo grado (con tutti i problemi di divisione della categoria che questo comporta). Ciao. Silvio Torre"


Si commenta da sola!
Ti saluto cordialmente
Dimma